+393667552781
Via Michele La Spina, 38
Acireale
Lunedì - Sabato 09:00 - 20:00
Previo appuntamento
Chiama
Invia un messaggio
Dove Siamo

COS’È IL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE?

Il legamento crociato anteriore o LCA, è una corda tesa che si trova all’interno del ginocchio tra femore e tibia. E’ costituito da due bande che servono per stabilizzare il ginocchio sia nei movimenti di anteposizione della tibia rispetto al femore che nei movimenti rotazionali del ginocchio.

A livello statistico le donne sono 4 volte più soggette alla rottura rispetto agli uomini anche a causa di fattori di rischio interni quali:

  • dimensione della gola trocleare
  • geometria del legamento
  • fattori ormonali, ciclo mestruale

I fattori di rischio esterni, invece, (comuni tra uomo e donna) sono:

  • Fatica e livello di preparazione fisica
  • Controllo neuromuscolare

È facile capire che uno scarso livello di preparazione fisica (vedi amatori), uno scarso controllo motorio ed uno scadente equilibrio possono notevolmente aumentare i rischi di rottura del legamento crociato anteriore.

COME SI ROMPE? QUALI SONO I SINTOMI?

Il legamento crociato anteriore, a causa delle forti sollecitazioni che subisce, è soggetto a rottura, specialmente durante lo sport. Il legamento può rompersi attraverso 2 meccanismi:

  • Traumatico, a causa di contrasti di gioco o incidenti
  • Non traumatico, a causa ad es. di rapidi cambi di direzione o brutti atterraggi dopo un salto

Il meccanismo più comune è quello non traumatico, quindi è importante ricordare il ruolo che possono avere gli esercizi di controllo motorio ed equilibrio durante le sessioni di preparazione ed allenamento nello sport.

Quando avviene la rottura del legamento crociato i sintomi principali sono:

  • Cedimento del ginocchio (instabilità)
  • Dolore, gonfiore e rigidità

Solitamente il dolore ed il gonfiore perdurano solo per alcune settimane e sono facilmente curabili con i medicinali FANS. L’instabilità, invece, che va valutata da caso in caso, permane e richiederà in genere un intervento chirurgico.

CHE ESEMI SONO NECESSARI IN CASO DI ROTTURA DEL LCA?

L’esame migliore in presenza di sospetta rottura di LCA è la risonanza magnetica nucleare o RMN.

Da notare però che un bravo ortopedico e un preparato fisioterapista sono in grado di valutare l’integrità del legamento anche solamente grazie ad alcuni test clinici quali:

  • Test del cassetto anteriore
  • Test di Lachman
  • Test del pivot shift

QUALI SONO LE CURE? A CHI BISOGNA RIVOLGERSI?

La persona che ha subito un intervento di ricostruzione del LCA dovrebbe consultare in prima battuta il proprio medico di base che, quasi sicuramente, suggerirà un’attenta valutazione da parte dell’ortopedico ed un’eventuale terapia farmacologica.

Successivamente all’intervento chirurgico si dovrà eseguire una attenta valutazione e ciclo di cure fisioterapiche. La riabilitazione dopo la ricostruzione del legamento crociato anteriore si suddivide in diverse fasi:

  • 1° Fase, volta a ridurre il gonfiore e il dolore, recuperare il movimento articolare completo (0-6 settimane)
  • 2° Fase, volta al rinforzo muscolare di tutti i muscoli dell’arto inferiore ed in particolar modo il quadricipite, inizio degli esercizi di controllo motorio ed equilibrio (6-8 settimane)
  • 3° Fase, consistente nell’introdurre esercizi di agilità, corsa e salto (3-4 mesi)
  • 4° Fase, consistente nell’introdurre, per chi fa sport, gesti e movimenti specifici dello sport e a mantenere un condizionamento cardiovascolare (aerobico e anaerobico) (6 mesi)
  • 5° Fase, consistente in un graduale ritorno allo sport (6-9 mesi)

NOTA BENE:
Il ritorno allo sport dopo 6 mesi aumenta il rischio di una ri-rottura del neo legamento di ben 50% in più rispetto a chi rientra dopo 9 mesi post intervento.

FISIOTERAPIA A CATANIA E ACIREALE: AFFIDARSI AD UN ESPERTO PER LA RIBILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE LCA.

La salute delle proprie ossa non va lasciata nelle mani di finti esperti che promettono ottimi risultati in pochissimo tempo. La riabilitazione post intervento è un percorso lungo e ogni metodo va applicato con precisione, tenendo conto del tipo di problema ed alla persona che ci si trova davanti. Ogni caso è diverso e va trattato di conseguenza.

Lo studio del Dottor Raneri ad Acireale, in provincia di Catania, è lo studio che tratta i problemi relativi al ginocchio in tutte le sue parti. Attraverso trattamenti mirati sulla singola persona, è possibile lenire il dolore procurato e guarire in poco tempo.

Richiedi un'appuntamento

CONSULENZA E VALUTAZIONE INIZIALE GRATUITA

Emmè Web Agency